Streghe

Per streghe s’intendono, donne dotate di poteri soprannaturali in grado di portare scompiglio, distruzione, morte se le pratiche magiche sono di magia nera, opposta invece la magia bianca.

Per secoli molte donne sono state perseguitate e bruciate vive dalla chiesa, questo perche vedevano in queste donne caratteristiche e pratiche che attribbuivano solo alla stregoneria.

strega-per-blog

divisori_114

Le streghe di Salem

Un caso famosissimo avvenne nel 1691, dei giovani accusarono alcune ragazze di avergli lanciato un maleficio, tra queste comparivano la figlia e la nipote del reverendo Samuel Parris, il loro nomi erano Betty e Abigail, successivamente al processo una di loro “Sarah Cole”  dichiarò di aver visto uno spettro sotto forma di bara in quella che utilizzavano come sfera (un albume sospeso in un bicchiere pieno d’acqua).

Le ragazze cominciarono ad assumere comportamenti strani (bestemmie, stati di trance) e a subire attacchi epilettici. Ben presto altre giovani accusarono gli stessi sintomi, quest’epidemia venne attribuita come opera del demonio.

Furono arrestate tre donne, la schiava dei Parris, Tituba, una mendicante, Sarah Good, e l’anziana Sarah Osborne. La Parris ammise di essere una strega e di aver incontrato un uomo proveniente da Boston, che i giudici giudicarono essere Satana.

Nel 1692 fù caccia alle streghe, il tribunale ( fù creato un tribunale apposito per il processo alle streghe ) fece giustiziare 20 persone tra cui oltre a delle donne anche uomini e bambini. Tra questi solo Giles Corey non venne impiccato: l’ottantenne non si lasciò processare, e per tale ragione venne schiacciato sotto lastre di pietra. Morirono ancora 4 persone in carcere.

L’isteria generale si concluse nell’autunno del 1692 e il 12 ottobre 1693 il governatore Phips sciolse “La Corte” (il tribunale creato per processare le streghe) e istituì una Corte di giustizia che, dopo aver preso in esame 52 casi, assolse 49 detenuti e commutò la pena di 3 condannati a morte. Da allora non si è più assistito ad altri processi per stregoneria.

strega

divisori_114

Quì di seguito alcune informazioni interessanti, dal sito:

(http://www.latelanera.com)

L’inizio dei processi alle streghe in Europa

Fu nel XIII secolo che iniziarono i processi per stregoneria, con l’istituzione della tortura voluta da Papa Innocenzo IV, attraverso la bolla chiamata Ad extirpanda emanata il 15 maggio 1252, poco prima della sua morte.

Il titolo della bolla prende il nome dal suo incipit:

“Ad extirpanda de medio Populi Christiani haereticae pravitatis zizania, quae abundantius solito succreverunt, superseminante illa licentius his diebus hominis inimico tanto studiosius, juxta commissam nobis sollucitudinem insudare proponimus, quanto perniciosius negligeremus eadem in necem catholici seminis pervagari.”

Bisogna però andare qualche anno indietro, fino al 13 giugno 1233, quando fu promulgata da Papa Gregorio IX la sua prima bolla, Vox in Rama, che esortava i vescovi tedeschi ad aiutare l’inquisitore papale Conrad di Marburg, che vedeva nella tortura e nel terrore il mezzo per ottenere la confessione di quanti adoravano Lucifero e il suo diabolico gatto nero.

Il primo processo per stregoneria, o meglio il primo documento storico su una pubblica esecuzione di una strega, si ebbe in Francia, a Tolosa, nel 1275, quando fu arsa viva Angela de la Barthe, accusata di aver avuto rapporti sessuali col Diavolo. La donna confessò di aver partorito una creatura dalla testa di lupo e la coda di serpente, che nutrì con neonati rapiti.

Non è certo il numero di presunte streghe uccise dall’Inquisizione. La persecuzione fu definita da alcuni un vero “olocausto di donne”. C’è chi parla di centinaia di migliaia di vittime, chi arriva a nove milioni. È impossibile stabilirne il numero preciso, poiché fu un’operazione che dilagò per tutta Europa e si spinse fino al Nuovo Mondo.

i più famosi cacciatori di streghe

La caccia alle streghe scoppiò a partire dal XIV secolo e durò fino al XVII, per mezzo di una congrega di cosiddetti cacciatori di streghe, gente convinta dell’esistenza e soprattutto della validità e utilità della propria missione.

Il risultato finale fu la strage di migliaia e migliaia di persone, torturate e mandate al rogo. C’era sì la presenza di gente impossessata dal male, c’erano veri mostri, ma erano gli stessi cacciatori.

Jean Bodin: nacque nel 1530 e morì nel 1596. Fu un giurista francese e un filosofo politico. La sua opera maggiore sulla persecuzione della stregoneria fu De la démonomanie des sorciers, pubblicata nel 1580, che ebbe ben dieci edizioni entro il 1604.

Nicholas Remy: detto anche Rémy and Remigius, nacque nel 1530 e morì nel 1616. fu un magistrato francese, divenuto famoso come cacciatore di streghe. Scrisse molte opere di storia, ma la più famosa resta il Daemonolatreiae libri tres, pubblicato nel 1595. il libro rimpiazzò il Malleus Maleficarum e fu considerato il manuale sulla caccia alle streghe più riconosciuto in Europa.

Peter Binsfield: altrimenti detto Peter Binsfield o Petrus Binsfeldius, nacque nel 1540 circa e morì nel 1598 o nel 1603. Fu un vescovo e teologo tedesco. Raggiunse la fama come cacciatore di streghe e scrisse l’opera De confessionibus maleficorum et sagarum, che fu tradotta in parecchie lingue. Nell’opera si sosteneva che, sebbene molte confessioni fossero state estorte con la tortura, tuttavia bisogna credervi.

Henri Boguet: nato nel 1550 e morto nel 1619, fu un giurista e giudice francese. Fu ben conosciuto per la sua crudeltà durante i processi alle streghe, specialmente verso i bambini. La sua opera Discours des Sorciers del 1602, che ottenne dodici ristampe, parla delle sue indagini su una famiglia di licantropi e le sue osservazioni sulla loro prigionia nel 1584.

Pierre de Lancre: nome completo Pierre de Rosteguy de Lancre o anche Pierre de l’Ancre, Signore di De Lancre, nato nel 1553 e morto nel 1631. fu un giudice francese, che condusse un’intensa caccia alle streghe nel 1609. Scrisse libri sulla stregoneria (Tableau de l’Inconstance des mauvais Anges del 1613 e L’Incredulite et Mescreance du Sortilege del 1622), in cui parlava di Sabba, licantropia e rapporti sessuali durante i sabba. Durante la sua carriera torturò e bruciò oltre 600 uomini e donne.

Francesco Maria Guazzo: detto anche Guaccio o Guaccius, un prete vissuto a cavallo fra il XVI e il XVII secolo a Milano. Suo è il Compendium Maleficarum (il Compendio delle Streghe) del 1608, in cui parla di formule per poter partecipare al Sabba e descrive i rapporti sessuali fra le streghe e gli incubi (demoni maschili) e fra uomini e succubi (demoni femminili).

Matthew Hopkins: inglese, inizia la sua carriera di cacciatore di streghe nel 1644, interrogando Elizabeth Clarke di Manningtree. Mandò a morte fra le 200 e le 400 persone, di cui 68 soltanto nel Suffolk.

I benandanti: ambigui cacciatori di streghe:

Il nome significa buoni camminatori e è riferito a gruppi di uomini e donne che si riunivano per combattere il male. Congreghe del genere apparvero in Friuli attorno ai secoli XVI e XVII ed erano legate a culti pagani e contadini.

I benandanti erano uomini nati con la camicia, ossia con un pezzo di placenta, che nelle tradizioni popolari rendevano una persona speciale, in quanto la placenta era ritenuta la sede dell’anima.

Erano gli unici che potevano estinguere il potere dei malocchi e difendere i campi e i raccolti da streghe e stregoni. Si dice infatti che in particolari notti i benandanti combattessero contro le streghe, gli uni armati di rami di finocchio e le altre di rami di sorgo. La vittoria o la sconfitta dei benandanti segnava la fertilità dei campi o la perdita del raccolto. Gli scontri avvenivano in sogno, erano quindi battaglie oniriche, ma che avevano effetti anche nella vita reale.

I benandanti sono anche legati alle Processioni dei Morti, sempre di origine contadina. Era ritenuto benandante chi vedeva i morti e andava con loro. A loro è anche legata la caccia selvaggia, presente in Europa centrale.

Nonostante i benandanti combattessero il male, la Santa Inquisizione li dichiarò eretici tra il 1570 e il 1670. La missione di questa congrega si fondava su culti pagani, che non potevano trovare un riscontro positivo nella Chiesa. Furono molti i processi giudiziari a cui furono sottoposti i benandanti, che col tempo erano divenuti essi stessi stregoni.

Se prima erano visti come difensori della fertilità dei campi, più tardi, verso la fine del XVI secolo, erano riconosciuti come quelli che tolgono malocchio e fatture, fino a essere considerati stregoni alla fine del ‘600.

Malleus Maleficarum: un libro per combattere la stregoneria

La copertina di un'edizione del XVII secolo del Malleus MaleficarumIl Malleus Maleficarum (Hexenhammer), in latino maglio delle streghe, con cui se ne simboleggiava l’abbattimento, è un famoso testo medievale sulla stregoneria, scritto nel 1486 dai domenicani e inquisitori della Chiesa Cattolica Heinrich Kramer e Jacob Sprenger e pubblicato in Germania nel 1487. Il suo scopo principale era di istruire i giudici su come identificare, interrogare e imprigionare le streghe.

Fu presentato alla Facoltà di Teologia dell’Università di Colonia il 9 maggio 1487.

Il titolo completo riportato nel frontespizio del libro era: Mallevs Maleficarvm in Tres Divisvs Partes, In quibus Concurrentia ad maleficia, Maleficiorum effectus, Remedia aduersus maleficia, Et modus deniq; procedendi, ac puniendi Maleficos abundè continentur, præcipuè autem omnibus Inquisitoribus, et diuini verbi Concionatoribus vtilis, ac necessarius.

Secondo questo testo, erano tre gli elementi necessari alla stregoneria: le intenzioni malvagie, l’aiuto del Demonio e il permesso di Dio.

L’intero volume è suddiviso in tre sezioni.
Nella prima si parla dell’esistenza del Diavolo e dei rapporti sessuali fra le donne e il demonio, come mezzo per diventare streghe.
Nella seconda sezione sono discussi casi reali, si parla dei poteri delle streghe e come reclutano adepti e quali metodi sono efficaci per contrastarle.
Nell’ultima parte si spiega come perseguire una strega, attraverso una guida dettagliata per condurre un processo, per raccogliere le accuse e interrogare testimoni e infine definire l’imputazione delle accusate.

Il Malleus Maleficarum ha avuto venti edizioni fra il 1487 e il 1520 e sedici fra il 1574 e il 1669.

Gli strumenti usati dalle streghe

La classica iconografia sulle streghe vede queste donne volare a cavallo di una scopa. È una tradizione che risale perfino all’epoca precristiana e è presente negli atti processuali per stregoneria dei secoli XVI e XVII.

Sono poi viste con un mantello nero, che però non possiede una funzione specifica, a differenza del calderone che invece è strumento indispensabile per produrre incantesimi e malefici.

Le erbe si rivelano un ingrediente importante: raccolte durante la luna calante erano usate per i malefici, durante la luna pieni erano invece per riti benefici.

Anche le candele erano uno degli strumenti utili alle streghe, durante i sabba, unitamente a un cerchio magico tracciato in terra, che serviva sia a unificare il potere delle streghe che ad aumentarlo.

Bottiglie di vetro e orci servivano per contenere i filtri magici, in cui venivano infilati capelli, pezzi di unghie e stoffa trafitta da spilli.

Si parla anche di una ghirlanda delle streghe, che consiste in un pezzo di corda a cui sono attaccate penne di oca, corvo e cornacchia e usata per lanciare il

streghe-raduno

Se volete saperne di più, continuate la lettura quì

divisori_114

Ovviamente le streghe ci hanno condizionato parecchio sin dall’infanzia, le fiabe più famose hanno come antagonista una strega, ad esempio Biancaneve, Raperonzolo, la bella addormentata, ecc…

Ma anche il cinema ci ha donato parecchio materiale sull’argomento, serie TV come streghe ad esempio, che abbiamo amato dal primo all’ultimo episodio. Per non parlare dei film, centinaia sono quelli andati in onda negli anni, passando tante generazioni, dove alcuni sono anche remake.

 

Ecco per voi una lista di film dall’1990 ad oggi, tutti esclusivamente sulle streghe.

Lista dei film sulle streghe

(2016)

Blair Witch

(2015)

The Last Witch Hunter – L’ultimo cacciatore di streghe

The Witch

Return to Witch Graveyard

(2014)

Into the Woods

(2013)

Le streghe son tornate

The Wicked

Hansel e Gretel e la strega della foresta nera

Hansel & Gretel – Cacciatori di streghe

(2012)

Le streghe di Salem

ParaNorman

(2011)

L’ultimo dei templari

(2007)

La terza madre

Dead Silence

(2006)

Silent Hill

(2005)

An American Haunting

(2004)

The Fanglys

(2003)

Al calare delle tenebre

La notte delle streghe

(2001)

La città incantata

(2000)

Da Hip Hop Witch

Il libro segreto delle streghe: Blair Witch 2

(1999)

Blair Witch Project – Il mistero della strega di Blair

(1998)

I’ve Been Waiting for You

(1996)

Giovani streghe

(1990)

La casa 5

divisori_114

Quì di seguito il film “Hansel e Gretel e la strega della foresta nera“:

 

Precedente Alieni Successivo Capodanno 2017